La storia si ripete. I protagonisti sono ancora Federer e Nadal che, dopo l’epica finale del 2008, tornano a sfidarsi a Wimbledon in una semifinale da sogno.

Il tabellone ha fatto la sua parte e il mondo del tennis è stato accontentato. Dopo il recente incrocio a Parigi, Federer e Nadal si ritrovano avversari a Wimbledon. Non sarà una finale come tutti i tre precedenti, ma la semifinale più attesa e nobile di sempre. La loro rivalità infatti ha segnato la storia del tennis, diviso tantissimi tifosi e portato questo sport ai massimi livelli. Venerdì pomeriggio sull’erba di Londra si gioca il “Fedal” n°40, come al solito sarà uno spettacolo. Il bilancio totale pende dalla parte di Nadal che ha vinto 24 volte, l’ultima all’Open di Francia. Un mese fa, sulla terra rossa e sempre in semifinale, Federer ha ceduto con un netto 3-0 (6-3, 6-4, 6-2). A Parigi però, dove Nadal è quasi imbattibile, non c’è mai stata partita e infatti il parziale è esemplare (6-0 per lo spagnolo). Sulle altre superfici il divario si riduce e lo svizzero si è preso le sue rivincite.

Gli inizi della rivalità tra Federer e Nadal iniziarono proprio a Wimbledon, nelle storico triennio 2006-2008 dove giocarono tre finali di fila. Le prime due andarono allo svizzero, che perse l’ultima, una delle partite più avvincenti e memoraibili di sempre. Finì 9-7 al quinto per Nadal che conquistò uno storico titolo a casa del rivale. Federer infatti conta 8 successi a Londra, dove è il tennista più vincente. A quasi 38 anni è ancora in semifinale e non smette di stupire. Ai quarti, battendo 3-1 Nishikori, ha centrato un altro record: le 100 vittorie in questo torneo. I numeri non mentono, ma contano il giusto quando devi affrontare Rafa Nadal. Negli ultimi mesi ha ritrovato continuità e senza infortuni è una macchina da guerra, anche sull’erba, dove ha fatto grandi progressi. Quest’anno è arrivato in semifinale, la sesta di fila a livello Slam, perdendo solo un set contro Kyrgios e parte alla pari, se non avanti, alla vigilia di questa partita. Il pronostico è davvero difficile, sulla carta uno dei “Fedal” più incerti ed equilibrati che comunque finisca ci farà divertire.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...