Il fattore casalingo del Parken Stadium di Copenaghen può spingere la Danimarca verso la semifinale di Nations League: per sperare e mantenere il primo posto, servirà cogliere i tre punti contro l’Austria

Vince Danimarca1.75Pareggio3.20Vince Austria3.90

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Lunedì 13 giugno 2022

Ora del calcio d’inizio? 20:45

Dove si gioca? Parken Stadium (Copenaghen)

Danimarca-Austria: presentazione della partita e pronostico

Due vittorie e una sconfitta nelle prime tre giornate di Nations League per la Danimarca che finora comanda il Gruppo 1 della Lega A della Nations League. I danesi hanno vinto, in maniera caparbia e sorprendente, all’esordio contro la Francia: il gol di Benzema al 51′ ha dato il vantaggio ai Galletti ma la doppietta dell’ex Atalanta e Parma Cornelius, subentrato a mezz’ora dalla fine e a segno al 68′ e all’88’ ha regalato i primi tre punti alla Nazionale del CT Kasper Hjulmand. I danesi si sono confermati, poi, andando a vincere in Austria 2-1 con una rete decisiva arrivata ancora una volta nei minuti finali ad opera di Stryger Larsen, esterno di proprietà dell’Udinese, che ha rotto l’equilibrio scaturito dal gol austriaco di Schlager al 67′ che aveva pareggiato il timbro iniziale di Hojbjerg al 28′. Due vittorie su due in trasferta ma, proprio in casa, è arrivato il primo KO contro la Croazia: a decidere l’incontro è stato Pasalic con un gol a 20′ dalla fine, anche se i danesi avrebbero meritato forse qualcosa in più.

Ora la Danimarca non può ripensare troppo al match buttato via contro i croati perché la classifica, seppur sia favorevole ai biancorossi, è ancora molto corta. La Danimarca, infatti, guida il gruppo 1 con 6 punti, davanti a Croazia e Austria a quota 4 mentre la Francia, campione in carica della manifestazione, è mestamente e sorprendentemente ultima con 2 punti e 0 vittorie a metà percorso. La doppia sfida incrociata della quarta giornata chiarirà meglio la situazione del girone perché la Danimarca, di fronte al pubblico amico, sfida l’Austria che ha esordito vincendo nettamente per 3-0 (gol di Arnautovic, Gregoritsch e Sabitzer) in Croazia prima di perdere in casa contro la Danimarca per 2-1, pareggiando poi sempre a Vienna contro la Francia: il gol di Weimann ha illuso i biancorossi perché Mbappé, a 7′ dalla fine, ha evitato il KO ai francesi. L’Austria sogna in grande perché, con un successo in trasferta, scavalcherebbe la Danimarca e potrebbe anche issarsi al primo posto, indipendentemente dal risultato della Croazia, con cui si trova avanti negli scontri diretti. Insomma, Danimarca-Austria è un match da non perdere e che può regalare diversi scenari: gli austriaci, però, hanno vinto una sola volta, in amichevole il 3 marzo 2010, nei sette precedenti tra le due compagini. Un motivo in più per cercare di infrangere il tabù.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Entrambe segnano1.83Danimarca primo tempo2.38Risultato esatto: 2-18.00

La partita nel dettaglio

Il CT della Danimarca Kasper Hjulmand potrebbe cambiare qualcosa rispetto alle ultime uscite anche per cercare di mantenere alto il livello di competitività della squadra, apparsa leggermente in calo contro i croati nonostante le occasioni da gol sciupate. In porta c’è Schmeichel, Wass e Kristensen sono i due esterni di una difesa a quattro che vede in mezzo Christensen e Nelsson. Billing, Hojbjerg ed Eriksen, la stella della squadra, sono i tre centrocampisti mentre Damsgaard, dopo una stagione complicata con la Sampdoria per problemi fisici, agirà sulla trequarti alle spalle del duo Cornelius-Skov Olsen, pronti a mettere in difficoltà la difesa ospite.

L’Austria, invece, è guidata in panchina da Ralf Rangnick, che ha interrotto il suo rapporto con lo United per dedicarsi appieno alla Nazionale. Gli austriaci rispondono con uno scolastico 4-4-2 con Lindner in porta, Lainer e Friedl sulle due corsie laterali di una difesa a 4 composta, in mezzo, da Trauner e Danso. Laimer e Sabitzer sono i due centrocampisti laterali, Seiwald e Schlager, invece, avranno il compito di garantire equilibrio e apporto in fase difensiva e, al contempo, dare ritmo alla manovra, cercando di innescare le due punte che sono Arnautovic e Baumgartner. Si prospetta un match molto aperto ad ogni risultato, tanto che le due panchine potrebbero poi risultare decisive, specialmente nell’ultima partita prima della pausa estiva.

Prossimo articolo

Loading...