Le due sconfitte di fila contro Inter e Spartak Mosca hanno attivato un campanello d’allarme in casa Napoli: Spalletti si aspetta una reazione e la visita al Maradona della Lazio dell’ex Sarri è un banco di prova davvero indicativo.

Vince Napoli1.75Pareggio3.60Vince Lazio4.20

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Domenica 28 novembre 2021

Ora del calcio d’inizio? 20:45

Dove si gioca? Diego Armando Maradona (Napoli)

Canale TV: Dazn

Napoli-Lazio: presentazione della partita e pronostico

Allarme rosso in casa Napoli. Dopo un inizio di campionato letteralmente straordinario, la truppa di Luciano Spalletti si è inceppata: prima è arrivata la sconfitta di san Siro contro l’Inter al termine di una prova opaca e poco convincente, anche se gli azzurri hanno sfiorato nel finale il 3-3 con Mertens e Mario Rui, con un quarto d’ora di match conclusivo ad alto livello dopo un’ora abbondante sottotono e con l’Inter a fare la partita. Insigne e compagni, alla prima sconfitta in campionato, hanno faticato oltremodo e anche in Europa League, mercoledì, è arrivato un disco rosso: il KO di Mosca contro lo Spartak complica il discorso qualificazione, rimandando tutto agli ultimi 90′ contro il Leicester al Maradona, match dopo il quale potenzialmente il Napoli potrebbe chiudere il girone sia da primo che da ultimo in classifica e dunque fuori anche dalla Conference League. Per Spalletti è tempo di ricaricare le pile anche se non sarà facile dover rinunciare ad Anguissa e soprattutto ad Osimhen, entrambi out e non utilizzabili per le prossime partite.

Il Napoli dovrà fare di necessità virtù e punterà a ritrovare quel feeling con la vittoria che manca da quattro partite. Per farlo punta a fermare la corsa della Lazio, lanciata dopo il successo contro la Lokomotiv Mosca per 3-0 in Europa League che ha regalato il pass alla fase ad eliminazione, in attesa di capire se sarà primo o secondo posto nel girone dopo la sfida con il Galatasaray. L’assenza di Immobile – doppietta su rigore contro la Lokomotiv – contro la Juventus ha privato Sarri del suo terminale offensivo, oltre che del miglior attaccante a livello di reti della storia della Lazio. Lazio che, classifica alla mano, appare in lotta per la zona Champions League (la distanza dal quarto posto è di 4 punti) anche se la rosa a disposizione di Sarri, grande ex della partita e di ritorno al Maradona per la seconda volta dopo l’anno alla Juventus, appare inferiore e non di poco rispetto alle altre sei concorrenti. I biancocelesti vogliono ritrovare una vittoria che, a Napoli, manca dal maggio 2015, con il 4-2 che lanciò la squadra allora allenata da Pioli in Champions League.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Entrambe segnano1.53Over 1.5 secondo tempo1.75Risultato esatto: 3-112.00

La partita nel dettaglio

Per quel che concerne le probabili formazioni, in casa Napoli la lista degli assenti è lunga e pesante: non saranno della partita Osimhen, Anguissa, Ounas, Politano e, con ogni probabilità, anche Insigne, che ha svolto lavoro differenziato negli ultimi giorni e potrebbe non essere rischiato. In avanti, dunque, spazio a Petagna, con Lozano ed Elmas ad agire sulle corsie laterali della trequarti mentre Zielinski agirà da numero 10 alle spalle dell’ex Atalanta e SPAL. In mezzo al campo, Fabian Ruiz non è al meglio ma dovrebbe stringere i denti e tornare in campo dopo aver saltato il match contro lo Spartak Mosca. Al suo fianco spetterà a Demme non far rimpiangere Anguissa, mentre la difesa è quella titolare con Di Lorenzo e Mario Rui esterni e la coppia Rrhamani-Koulibaly al centro, a protezione della porta occupata da Ospina.

Il forfait con la Juventus è un lontano ricordo per Ciro Immobile che, con i due gol segnati alla Lokomotiv Mosca, ha dimostrato di essere completamente recuperato e di potersi riprendere lo scettro dell’attacco biancoceleste. Al fianco dell’ex Dortmund e Siviglia spazio a Felipe Anderson e Pedro, mentre in mezzo al campo dovrebbero giocare i due titolari Luis Alberto e Milinkovic-Savic assieme a Cataldi al posto di un Lucas Leiva non pienamente al 100% dal punto di vista fisico. Hysaj agirà sulla fascia sinistra, Lazzari a destra mentre Luiz Felipe e Acerbi in mezzo all’area di rigore, a protezione della porta occupata dall’ex di turno, Pepe Reina.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...