Mentre quasi tutto il mondo è fermo per via dell’emergenza Coronavirus, in Bielorussia si gioca non solo a calcio: venerdì, infatti, si potrebbe decidere il campionato di Hockey, che vede in campo, per le Finals, HC Shakhtyor Soligorsk e Yunost Minsk: tutto pronto per gara 5 con la squadra della capitale che si trova avanti 3-1 ed è ad una vittoria dal successo.

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Venerdì 3 aprile 2020

Ora del calcio d’inizio? 18:00

Dove si gioca? Čyžoŭka-Arena (Minsk)

Yunost Minsk-Hc Shakhtyor Soligorsk: presentazione della sfida e pronostico

I campioni in carica, dopo aver vinto nettamente gara 1 per 5-1 di fronte al proprio pubblico, hanno subito una sconfitta a sorpresa in gara -2, con l’ago della bilancia che sembrava spostarsi verso i Minatori. In gara-3, però, si è potuto assistere ad una partita tanto bella quanto equilibratissima, decisa ancora una volta da Stefanovich ai tempi supplementari. La sconfitta è costata carissima al Soligorsk che ne ha risentito e non poco, sprofondando in gara-4: dopo un inizio di partita vissuto sui binari dell’equilibrio, le reti, entrambe arrivate in powerplay, di Kashkar e Parfeyevets tra il 17:18 e il 17:44 sono state letali ai minatori, incapaci di reagire nel secondo periodo e che hanno addirittura subito il colpo del KO nel terzo periodo, con la rete ancora di Kashkar (9 reti nei playoff, nessuno ha fatto di meglio) a chiudere i conti per il definitivo 3-0.

Il Soligorsk, fin qui, si è reso protagonista di un cammino memorabile con tanto di scalpo in semifinale playoff: la squadra di Faykov, dopo aver liquidato in 4 partite lo Zhlobin ha infatti eliminato in sette partite il Neman Grodno, finalista della passata edizione e capace di vincere quattro degli ultimi sei campionati bielorussi. Ma, a meno di un clamoroso ribaltone in gara-5, il Soligorsk rischia di sciogliersi come neve al sole proprio sul più bello, ad un passo dalla finale e con ampie chance non sfruttare soprattutto in gara-3. Per quanto riguarda lo Yunost Minsk, invece, il cammino per arrivare alla finale non è stato di certo entusiasmante ma le vittorie in gara-3 e gara-4 hanno fatto capire, come se ce fosse il bisogno, che la squadra di Makritsky non ha alcuna intenzione di abdicare e, al contrario, è pronta a rispolverare la propria bacheca di trofei: in semifinale la squadra della capitale ha convinto, sconfiggendo in cinque gare il Molodechno mentre ai quarti di finale ha sofferto ben più del previsto contro la Lokomotiv Orsha (testa di serie numero 8), riuscendo a sconfiggere gli avversari in sei partite. Manca una sola vittoria, ora, allo Yunost per chiudere i conti e alzare il nono campionato, dopo i trienni d’oro (2004-2007 e 2009-2013) a cui hanno fatto seguito anche quelli del 2016 e quelli della passata stagione, con la vittoria in finale contro il Neman Grodno.

La partita nel dettaglio

Il Soligorsk, nonostante possa puntare su una rosa di alto livello, è ad un passo dal KO e risulta complicato pensare ad un secondo exploit nella capitale. Nonostante la presenza di giocatori di assoluta qualità, la formazione di Faykov sembra non averne più per tenere testa ai campioni in carica: il 24enne Vladislav Boiko, ex Kazan, ha confezionato 13 gol e 12 assist in campionato mentre nei playoff si è fermato a 2 reti e 4 assist, mancando soprattutto nella finale. Chi ha provato a resistere è Andrei Feklistov che ha portato 11 punti alla squadra nei playoff (4 reti e 7 assist) arrivando a quota 59 in totale in stagione, con 21 gol e ben 28 assist, il migliore dei suoi. A soffrire in finale contro lo Yunost sono stati in parecchi e dai dati si evince come solo Dadonov (7 gol) abbia saputo tenere un rendimento costante.

La doppietta di Mihail Stefanovich in gara-3 con tanto di gol ai supplementari è stata decisiva ma a dare il colpo di grazia allo Shakhytor ci hanno pensato Vsevolod Kashkar (24 gol e 25 assist in stagione) e Maxim Parfeyevets, autore di 23 reti e 18 assist per 41 punti totali che lo pongono al quarto posto alle spalle di Kashkar (49), Tsyganov (46) e Kolgotin (42, ben 29 assist!). Tanto merito anche della difesa e dei goalie come Brikun e Shelepnyov, praticamente impeccabili quando sono stati chiamati in causa. Ora lo Yunost Minsk vede il traguardo ed è pronto ad affondare il colpo: riuscirà già in gara-5? Le avvisaglie ci sono tutte, anche se i Minatori proveranno fino all’ultimo a non cadere.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...