Domenica si corre la Liegi-Bastogne-Liegi, chiude il trittico delle Ardenne. Alaphilippe, già vincitore della Freccia Vallone, è il principale favorito.

La Liegi-Bastogne-Liegi, giunta all’edizione numero 105, è l’ultima grande classica prima del Giro d’Italia, che prenderà il via il prossimo 11 maggio. E’ anche la corsa che chiude il trittico delle Ardenne, nella settimana che ha già visto terza corsa che chiude il trittico delle Ardenne, in cui si sono svolte prima l’Amstel Gold Race, vinta dal campione olandese Mathieu van der Poel, e la Freccia Vallone, che ha visto il successo di Julian Alaphilippe.

E’ proprio il francese, uomo di punta della Deceuninck-QuickStep, il grande favorito della gara di domenica prossima, che vedrà i corridori affrontarsi lungo i 256 km del percorso, con partenza alle ore 10 e arrivo nel pomeriggio a Liegi, nel centro della città e non più in vetta al muro di Ans. Il percorso ha subito delle modifiche, è stata eliminata per esempio la Côte de Saint-Nicolas, conosciuta anche come la “collina degli italiani” e che per molti anni ha avuto un ruolo decisivo nell’esito finale della corsa. Sono ben 11 le salite da affrontare, tra cui la Côte de la Roche-aux-Faucons, lunga un chilometro, situata a 15 dal traguardo e con una pendenza massima dell’11%.

Il principale antagonista di Alaphilippe rimane Alejandro Valverde, che ha già vinto 4 volte questa classica e insegue il mito di Eddie Merckx, trionfatore ben 5 volte nella corsa di casa del “cannibale”. Da non sottovalutare anche il danese Jakob Fuglsang. Non sarà al via Peter Sagan, che si era già ritirato sia nella Freccia Vallone che nell’Amstel Gold Race. Le principali speranze per i colori azzurri sono in Vincenzo Nibali, secondo nel Tour of the Alps e Davide Formolo e Alberto Bettiol. Un italiano non vince a Liegi dal 2017, quando sul gradino più alto del podio salì Danilo di Luca.

Consigli scommesse

Author Image

Prossimo articolo

Loading...