Chi succederà nell’albo d’oro al Portogallo? Spagna e Francia si preparano allo scontro finale per alzare la coppa nel cielo di Milano. Gli iberici si sono presi la rivincita sull’Italia, eliminandola 2-1 proprio nella cornice del Meazza, mentre i transalpini hanno effettuato una clamorosa rimonta sul Belgio, portandosi da 2-0 a 2-3.

Vince Spagna2.95Pareggio3.20Vince Francia2.45

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Domenica 10 ottobre 2021

Ora del calcio d’inizio? 20:45

Dove si gioca? Stadio Giuseppe Meazza (Milano)

Canale TV? Canale 20

Spagna-Francia: presentazione della partita e pronostico

La Spagna è riuscita ad accedere alla finale della Nations League dopo una lunga battaglia contro l’Italia. Subissati di fischi dal pubblico locale, gli iberici non si sono lasciati abbattere, pungendo due volte con la punta Ferran Torres e approfittando al massimo dell’espulsione di Bonucci, che ha lasciato gli Azzurri in dieci. Pur subendo il gol di Chiesa a pochi minuti dalla fine, le Furie Rosse sono rimaste concentrate, portando a casa il risultato grazie al loro straordinario giro-palla che ha caratterizzato tutta la partita. Gli spagnoli sono anche primi nel proprio gruppo per approdare a Qatar 2022, ma rischiano di essere superati dalla Svezia, che ha due partite in più da giocare. D’altronde proprio gli scandinavi si sono imposti nello scontro diretto del 2 settembre, una caduta pesante cui gli iberici hanno reagito battendo 4-0 la Georgia e 2-0 il Kosovo. La Spagna ha perso solo una delle ultime diciotto partite, parlando esclusivamente di tempi regolamentari, ma bisogna aggiungere che, pur segnando praticamente sempre, nelle ultime cinque partite a eliminazione diretta non è mai riuscita a tenere la porta inviolata. Un fattore che una squadra aggressiva come la sua rivale odierna potrebbe sfruttare a suo vantaggio.

La Francia arriva all’atto conclusivo di questa Nations League al termine di una rimonta che in pochi si aspettavano. Contro il Belgio la disfatta sembrava praticamente certa, dopo il diagonale di Carrasco e l’assolo di Lukaku che avevano messo al tappeto i transalpini. Nel secondo tempo però la musica cambia, Benzema si inventa un gol da predatore d’area, Mbappé segna dagli undici metri per il pareggio e infine Theo Hernandez fulmina Courtois con una botta da fuori, proprio mentre era stato da poco superato il 90esimo. I Bleus confermano quindi il loro grande momento, dopo il 2-0 sulla Finlandia che a settembre li aveva proiettati ancora di più in testa al girone D delle qualificazioni Mondiali, dove svettano con dodici punti a più sette proprio su Finlandia e Ucraina, che però hanno qualche partita in meno. Deschamps ritroverà Luis Enrique da avversario sulla panchina, dopo che i due si erano fronteggiati in campo a Euro 96, ben venticinque anni fa. I francesi hanno perso solo una delle ultime ventotto partite, nei tempi regolamentari, ma non hanno ottimi precedenti contro la Spagna: negli ultimi sette incontri hanno vinto solo una volta, e in tutte le circostanze le partite hanno avuto meno di tre gol segnati.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Under 2.51.72Pareggio + Goal4.40Risultato esatto: 1-16.50

La partita nel dettaglio

Passando alle formazioni, Luis Enrique schiera la Spagna con il 4-3-3, riproponendo la squadra vincitrice con gli Azzurri. Unai Simon, sempre preferito a De Gea, difenderà i pali, protetto dalla coppia difensiva formata da Eric Garcia e Aymeric Laporte. Non c’è Jordi Alba, e così saranno i due giocatori del Chelsea, Azpilicueta e Marcos Alonso, ad agire da esterni bassi. Il capitano Busquets in cabina di regia sarà coadiuvato da Koke e Gavi, il giovanissimo centrocampista che sta dimostrando grande personalità in Nazionale. In attacco, complice l’assenza forzata di Morata, si punterà sulla vincente strategia del falso nueve. Insieme a Mikel Oyarzabal e Pablo Sarabia, sarà Ferran Torres a a completare il reparto offensivo, il 21enne del City che, con 6 gol in 7 partite, potrebbe diventare il capocannoniere dell’intera manifestazione.

Didier Deschamps risponde proponendo la sua Francia in campo con il 3-4-3 di Torino. In porta il capitano Hugo Lloris, protagonista di una clamorosa parata su De Bruyne dopo pochi minuti, in difesa, invece, Kounde, Varane e Lucas Hernandez dovrebbero essere riproposti come trio centrale, ma attenzione al possibile ingresso di Kimpembe. In mezzo al campo, spazio al passato e al presente della Juve, Paul Pogba e Adrien Rabiot, con Benjamin Pavard e il decisivo esterno del Milan Theo Hernandez pronti ad assaltare l’area avversaria con le loro scorribande. In avanti non ci sarà ancora Giroud, non al meglio fisicamente, confermati quindi Antoine Griezmann, Kylian Mbappé e Karim Benzema, tutti decisivi con i belgi: il primo ha procurato il rigore, il secondo lo ha segnato, il terzo ha aperto la partita con un preciso tiro rasoterra.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...