La Roma ha la possibilità di tornare a vincere un trofeo internazionale dopo la Coppa della Fiere del 1961. All’Air Albania Stadium di Tirana i giallorossi, che hanno già in tasca la qualificazione in Europa League, affrontano il Feyenoord nella finalissima di Conference League.

Vince Roma2.20Pareggio3.25Vince Feyenoord2.85

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Mercoledì 25 maggio 2022

Ora del calcio d’inizio? 21:00

Dove si gioca? Air Albania Stadium (Tirana)

Canale TV: Sky/Dazn

Roma-Feyenoord: presentazione della partita e pronostico

E’ arrivato il momento della verità per la Roma, che torna a giocarsi un trofeo europeo a 61 anni dall’unica affermazione in campo internazionale, con la conquista della Coppa della Fiere nel lontano 1961. I giallorossi infatti sono impegnati nella finale della prima edizione della Conference League e contenderanno il trofeo agli olandesi del Feyenoord. Con il condottiero Josè Mourinho, che ha la possibilità di aggiungere un’altra coppa alla sua prestigiosa bacheca personale. A 12 anni dal trionfo in Champions League quando era sulla panchina dell’Inter, nell’anno del memorabile Triplete, Mou ha la possibilità di riportare ancora una volta il calcio italiano ai vertici del calcio internazionale. Prima di volare a Tirana, i capitolini hanno messo in cassaforte la qualificazione alla prossima Europa League con il largo successo all’Olimpico di Torino griffato dalla doppietta di Abraham e dal rigore di Pellegrini, senza dover attendere dunque l’esito della finale per sapere se prenderanno parte alle coppe europee anche l’anno prossimo.

La Roma è arrivata in finale con due sole sconfitte in tutto il percorso, iniziato lo scorso luglio con i preliminari. In entrambi i casi è stato il Bodo Glimt a fermare i giallorossi, prima nella fase a gironi e poi ai quarti di finale, con l’undici di Mou che ha poi rimontato il 2-1 dell’andata con un largo 4-0 firmato quasi interamente da Zaniolo, autore di una tripletta. L’ultimo ostacolo prima della finale è stato il Leicester, sconfitto all’Olimpico con il gol di Abraham dopo l’1-1 dell’andata. La sfida tra Roma e Feyenoord è anche quella tra i due bomber della manifestazione, da una parte l’inglese ex Chelsea, con i suoi 9 centri, uno in meno di Cyriel Dessers, l’attaccante nigeriano che è stato decisivo con le doppiette realizzate allo Skavia Praga ai quarti di finale e con il Marsiglia nell’andata delle semifinali, con i francesi sconfitti 3-2 al de Kuip e poi fermati sullo 0-0 al Velodrome. Il Feyenoord, che ha chiuso al terzo posto il proprio campionato, dovrà fronteggiare in estate i preliminari di Champions League.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Roma alza la coppa1.65Roma X handicap -14.00Risultato esatto: 2-19.50

La partita nel dettaglio

Mourinho può contare su tutti i giocatori della propria rosa, con Mkhitaryan, assente nelle ultime partite di campionato, che farà di tutto per recuperare, anche se l’armeno al massimo partirà dalla panchina. La formazione dovrebbe essere quella annunciata, con Rui Patricio tra i pali, Smalling a guidare la difesa a tre con Mancini e Ibanez. A centrocampo Karsdorp è inamovibile a destra, mentre sulla corsia opposta Spinazzola insidia Zalewski, ma la sensazione è che a partire sarà il 20enne italo-polacco, che ormai è da considerare una certezza. Anche perchè l’esterno della nazionale è rientrato da poche settimane e potrebbe essere più utile a partita in corso. Dietro a Tammy Abraham, decisivo in diverse occasioni in questa Conference League e autore della doppietta di Torino che ha spalancato le porte europee alla Roma anche nel 2022/2023, ci sono la personalità e il talento di Pellegrini e Zaniolo.

Il pericolo numero 1 a cui dovrà fare fronte la retroguardia romanista, come detto precedentemente, è Cyriel Dessels, che ha un feeling particolare in questa competizione, dove ha segnato 10 gol in 12 partite, più di quelli realizzati tra Eredivisie e coppa olandese. Il nigeriano è il terminale offensivo di un 4-3-3 molto offensivo, quello presentato da Arne Slot, che può diventare anche un 4-2-1-3 a seconda della posizione che assumerà Til. I due esterni d’attacco sono Nelson e Sinisterra, mentre a dare equilibrio a centrocampo di penseranno Kocku e Aursnes. In difesa dovrebbe rientrare Malacia a sinistra, con Geertruida a destra e Trauner e Senesi a proteggere la porta difesa da Marciano.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...