L’Olanda, campione d’Europa, ha solo vinto in questo Mondiale e giocherà la prima semifinale della sua storia contro la Svezia, che a sopresa ha battuto la Germania.

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Mercoledì 3 Luglio

Ora del calcio d’inizio? 21.00

Dove si gioca? Stade de Lyon (Lione)

Su quale canale si può guardare? Sky Sport Mondiali

La semifinale tra Olanda e Svezia è stata un po’ inaspettata, ma molto meritata. Le Orange, campioni d’Europa in carica, finora sono state perfette: 5 vittorie di fila, le ultime contro Giappone (2-1) e Italia (2-0). Le azzurre sono state una sopresa di questo Mondiale, ma la squadra asiatica arrivava da due finali, la prima vinta nel 2011. Una crescita improvvisa dell’Olanda, che aveva partecipato solo all’ultima edizione dove era uscita agli ottavi di finale. La storia è già stata scritta, ma Miedema e compagne non vogliono fermarsi. Sulla carta partono addirittura favorite perchè ha vinto l’ultimo precedenti, 2-0 ai quarti di finale degli scorsi Europei poi messi in bacheca. Il divario però è molto sottile, come conferma la classifica FIFA che le mette vicini all’8°e 9°posto.

Dello stesso avviso è la Svezia, una squadra con tradizione e molta esperienza. Le gialloblù sono già arrivate tre volte in semifinale, anche se non hanno mai vinto il Mondiale. Il miglior risultato è stato il 2°posto del 2003, quando perse l’unica finale contro la Germania, che finalmente è stata vendicata. Ai quarti di finale infatti, dopo anni di sconfitte, la Svezia si è presa la sua rivincita vincendo 2-1 in rimonta. Un risultato a sorpresa che cambia l’obiettivo di questa squadra, in grado battere agli ottavi anche il Canada (1-0). Non importa se, rispetto anche a Stati Uniti e Inghilterra, è l’unica ad aver perso una partita (2-0 ai gironi con le americane) perchè si sono dimostrate all’altezza delle altre.

Olanda-Svezia: Consigli scommesse

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

La partita nel dettaglio

L’Olanda punterà sulla stessa formazione che ha battuto Giappone e Italia. Il solito 4-3-3 non si cambia e allora spazio a van Veenendaal (capitano) in porta, van Lunteren, van der Gragt, Bloodworth e van Dongen in difesa; a centrocampo Groenen, van de Donk (la numero 10) e Spitse, già quattro assist nel torneo di cui due contro le azzurre. Le Orange infatti hanno segnato su due calci piazzati, il primo gol su colpo di testa di Miedema, il bomber della squadra. Al suo fianco ci sono van de Sanden, in forza al Lione, e Martens che ha segnato la doppietta decisiva col Giappone. In panchina occhio a Beerensteyn, ala destra classe ’96 che sa spaccare le partite.

La Svezia invece giocherà con lo stesso modulo (4-3-3), ma in modo più accorto e difensivo. Le stelle della squadra sono Jakobsson e Blackstenius, a segno col Canada e anche con la Germania. L’ex centravanti del Montpellier si è sbloccata nei momenti decisivi e proverà a ripetersi. Entrambe giocano nel tridente offensivo, completato da Rolfo a sinistra. ll resto della formazione comprende Seger, Asllani e Rubensson a centrocampo con Glas, Fischer, Sembrant ed Erksson davanti al portiere Lindhal, anche lei capitano della Nazionale.

GUARDA IL NOSTRO PRONOSTICO DI INGHILTERRA-STATI UNITI

Author Image

Prossimo articolo

Loading...