Monaco-Lione: presentazione della partita e pronostico

Prende il via la Ligue 1 2019/2020: tutti a caccia del Paris Saint Germain, dominatore degli ultimi due campionati. Il primo match, in anticipo il venerdì sera, si gioca al Louis II e vede di fronte il Monaco, in cerca di riscatto dopo una stagione in tutto e per tutto deludente, e il Lione che vuole essere la prima alternativa alla corazzata parigina.

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Venerdì 9 Agosto

Ora del calcio d’inizio? 20:45

Dove si gioca? Louis II (Montecarlo)

Su quale canale si può guardare? Dazn

Sono Monaco e Lione a dare il calcio d’inizio alla Ligue 1 2019/2020, che si spera essere un po’ più equilibrata rispetto alle ultime due stagioni, che hanno visto un triofno fin troppo annunciato del Paris Saint Germain, che ha ammazzato quasi subito il campionato lasciando solo le briciole alle altre pretendenti, se così si potevano chiamare. In realtà i parigini hanno iscritto per sei volte negli ultimi 7 anni il proprio nome nell’albo d’oro del campionato rfancese, con l’unico buco che è stato occupato proprio dal Monaco, nella stagione 2016/2017. Anche se sono passati solo due anni si può tranquillamente dire che erano altri tempi per i monegaschi, che potevano vantare in attacco un certo Kylian Mbappé, poi venduto proprio al Psg che, rinforzandosi indebolendo la rivale più agguerrita, ha gettato le basi per un dominio diventato noioso.

In realtà il periodo buio del Monaco si è accentuato in particolare modo nell’ultima stagione, con le brutte figure in Champions League e un campionato visssuto nell’ombra di una retrocessione poi evitata in extremis. Sul mercato la formazione del Principato, sulla cui panchina c’è ancora Leonardo Jardim, si è rinforzata con l’acquisto dell’ala Gelson Martins dall’Atletico Madrid in cambio di 30 milioni, del portiere e del terzino destro del Montpellier Benjamin Lecomte e Ruben Aguilar per poco più di 20 milioni complessivi. Ha lasciato il Principato invece il centrocampista belga Youri Tielemans, passato al Leicester per 45 milioni. Il mercato del Monaco non è ancora finito e si cercano un centrocampista sinistro. Sarebbero stati fatti dei sondaggi, ma al momento nulla di più, con l’Inter per Joao Mario e Perisic. Ha pensato soprattutto a fare cassa il Lione, che solo con le cessioni di Ndombelé al Tottenham, di Mendy al Real Madrid e di Fekir al Betis ha incassato quasi 130 milioni, una settantina dei quali reinvestiti per i quattro acquisti che sono il centrale difensivo della Sampdoria Joachim Andersen, il mediano e il terzino sinistro del Lille Thiago Mendes e Youssouf Koné e il centrocampista del Flamengo Jean Lucas.

Monaco-Lione: Consigli scommesse

La partita nel dettaglio

Il Monaco ha giocato tante amichevoli in preparazione al campionato, ben 8. Nelle ultime 4 è sempre uscito a tenere la porta inviolate, contro avversari del calibro di Valencia, Braga, Porto e Sampdoria, quest’ultima sconfitta 1-0 nella Philipp Plein Cup, con gol decisivo della Tigre, Radamel Falcao. Il centravanti colombiano, che il club monegasco non ha nessuna intenzione di cedere, sarà il terminale offensivo nel 4-2-3-1 di partenza, che parte da una difesa che, statistiche alla mano, sembra già funzionare molto bene e che vedrà come interpreti Lecomte tra i pali a protezione del quartetto composto da Sidibe a destra, Jemerson e l’ex granata Glik al centro e Ballo Touré a sinistra. A fare la diga di centrocampo ci penseranno Henrichs e Cesc Fabregas, mentre nel trio delle mezzepunte agiranno il colpo di mercato Gelson Martins, decisivo nell’amichevole vinta sempre di misura con il Porto, oltre a Traoré e Boschilia.

Il Lione di amichevoli ne ha disputate cinque, perdendone quattro e vincendo solamente a Londra contro l’Arsenal nella Emirates Cup grazie alla doppietta di Moussa Dembelé. Sono arrivate solo sconfitte invece nei test con Servette, Genoa, Liverpool e Bournemouth. Il tecnico Sylvinho si affiderà al 4-3-3, con Lopes in porta, Dubois, Denayer, Andersen e Koné a comporre il quartetto difensivo, Lucas, Mendes e Aouar nel terzetto di centrocampo, con Traoré largo a destra nel tridente al posto del partente Fekir, con il bomber Moussa Dembelé in mezzo e Memphis Depay a sinistra.

Insomma, per il Torino sulla carta si tratta di un impegno decisamente alla portata e una vittoria, con tanti gol a referto, darebbe fiducia e tranquillità per la gara di ritorno. In caso di passaggio del turno, il Torino sarà di scena ancora il 22 agosto contro la vincente della doppia sfida tra Pyunik-Wolverhampton, un sorteggio tutt’altro che agevole per i granata che esordiranno in campionato il 25 di agosto contro il Sassuolo.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...