Il Milan di Pioli sogna lo Scudetto e, per ottenerlo, servono quattro punti nelle ultime due giornate qualora l’Inter vincesse sia con il Cagliari che con la Sampdoria. Ecco perché la sfida di San Siro tra i rossoneri e l’Atalanta di Gasperini rappresenta un ostacolo impegnativo.

Vince Milan1.75Pareggio3.75Vince Atalanta3.90

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Domenica 15 maggio 2022

Ora del calcio d’inizio? 18:00

Dove si gioca? Stadio Giuseppe Meazza (Milano)

Canale TV? Dazn

Milan-Atalanta: presentazione della partita e pronostico

Contro il Verona, nell’ultima giornata di campionato, il Milan ha mostrato il motivo per cui i rossoneri sono in vetta alla classifica. Il gol di Faraoni al 38′, dopo un avvio totalmente di marca milanista, ha per un attimo spaventato il Diavolo che ha trovato una pronta reazione, segnando l’1-1 con Tonali nell’ultimo minuto di recupero del primo tempo. Lo stesso centrocampista ex Brescia ha trovato la doppietta personale, nel giorno del suo compleanno, sfruttando alla perfezione l’assist di uno scatenato Leao per il 2-1 Milan. Nel finale, invece, ci ha pensato Florenzi a mettere il sigillo sulla vittoria e su tre punti fondamentali per la squadra di Pioli. La classifica, infatti, vede i rossoneri a quota 80 punti, con l’Inter seconda a 78. Giroud e compagni hanno un margine importante, considerando che mancano 180′ alla fine del campionato e che, per ottenere il titolo, basteranno 4 punti, qualora l’Inter ne collezionasse 6 tra Sampdoria e Empoli.

A sfidare il Milan è l’Atalanta di Gian Piero Gasperini che, grazie al successo contro il Venezia nell’ultimo turno di campionato, ha agguantato la Roma al sesto posto con 59 punti, al pari anche della Fiorentina, con la Lazio, quinta, avanti tre lunghezze. A 180′ dalla fine, gli orobici rischiano di rimanere fuori anche dalla Conference League ma, con due successi, l’Europa diventerebbe quasi certamente realtà. In attesa di capire quali saranno i programmi per la prossima stagione – le recenti dichiarazioni di Gasperini non inducono all’ottimismo ma qualcosa potrebbe cambiare a seconda del risultato finale -, Zapata e compagni vogliono chiudere al meglio una stagione che li ha visti, per la prima volta, chiudere in calando, quasi a testimoniare la fine di un ciclo. Il Milan, però, non può permettersi di fare troppi calcoli: il traguardo è vicino ma perdere rischierebbe di rovinare tutto. Ma anche l’Atalanta non può arrendersi perché andare o no in Europa fa tutta la differenza del mondo.

Milan segna il primo goal1.62X primo tempo2.40Risultato esatto: 2-18.00

La partita nel dettaglio

Per quel che concerne le probabili formazioni, il Milan si affida a Maignan tra i pali, con Calabria – Florenzi, a segno contro il Verona, potrebbe subentrare a gara in corso ma al momento parte un po’ dietro nelle gerarchie di Pioli – e Theo Hernandez a sinistra, mentre Kalulu e Tomori sono i due centrali titolari. Davanti alla difesa, invece, tocca a Bennacer e Tonali, quest’ultimo protagonista assoluto delle ultime settimane considerando i due gol al Verona e la rete decisiva alla Lazio. C’è un dubbio sulla trequarti che coinvolge Kessié e Brahim Diaz con il primo leggermente favorito. Saelemaekers e Messias si giocano la maglia da titolare a destra, con Leao, autore di due assist al Bentegodi per Tonali, titolare indiscusso a sinistra. L’unica punta è Olivier Giroud, anche se Ibrahimovic è una carta che Pioli si giocherà sicuramente, indipendentemente dall’andamento del match.

Gian Piero Gasperini, invece, spera di recuperare Zapata, out contro il Venezia perché non al meglio dal punto di vista fisico. In porta c’è Musso, con Djimsiti, Demiral e Palomino nella difesa a tre, tenuto conto che Toloi e Scalvini difficilmente saranno a disposizione per problemi muscolari. Hateboer e Zappacosta, invece, sono i due esterni, mentre Freuler e De Roon i due centrali di centrocampo, anche se Koopmeiners è una soluzione non solo e non per forza a gara in corso. In avanti, se Zapata non dovesse farcela, la scelta di Gasperini cadrà su Muriel prima punta, con Pasalic e Malinovskyi ad agire alle spalle del colombiano ex Siviglia e Fiorentina. Tra le opzioni, occhio a Miranchuk e Boga, oltre a Pessina, cresciuto nelle giovanili del Milan.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...