Nella ventitreesima giornata di Serie A, la capolista Inter sfida il Venezia in un incontro incerto per via della situazione pandemica. I nerazzurri hanno superato brillantemente il periodo di fuoco di inizio gennaio, passando anche il turno in Coppa Italia, i veneti sono alle prese con un focolaio Covid che rende ancora incerto lo svolgimento della partita.

Vince Inter1.10Pareggio8.00Vince Venezia15.00

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Sabato 22 gennaio 2022

Ora del calcio d’inizio? 18:00

Dove si gioca? Stadio Giuseppe Meazza (Milano)

Canale TV? Dazn

Inter-Venezia: presentazione della partita e pronostico

Di nuovo i supplementari. Come contro la Juve in Supercoppa, anche mercoledì contro l’Empoli in Coppa Italia i nerazzurri hanno avuto bisogno dell’extra time per avere la meglio sul suo avversario, in una gara che a un certo punto sembrava definitivamente perduta. Dopo il vantaggio iniziale di Sanchez la squadra si è adagiata troppo sugli allori, subendo il ritorno degli empolesi con Bajrami e Cutrone, con il pareggio arrivato nei minuti di recupero grazie a un’acrobazia di Andrea Ranocchia. Il gol di Sensi al 104esimo minuto ha concesso ai padroni di casa il passaggio del turno, dove affronteranno la Roma. Ma tornando al campionato, l’Inter al momento è prima con cinquanta punti, due in più rispetto al Milan secondo, e con una partita in meno, quella con il Bologna. Gli uomini di Inzaghi hanno il miglior attacco del campionato, cinquantuno gol fatti, e anche una difesa solidissima, tant’è che hanno tenuto la porta inviolata in sette delle ultime otto partite, subendo un solo gol nel periodo: nei cinque maggiori campionati europei nessuno ha fatto meglio da fine novembre a oggi. Al Meazza poi i nerazzurri si sono rivelati quasi sempre troppo per chiunque, dato che hanno ottenuto ventiquattro successi e tre pareggi da ottobre 2020 ad oggi, data dell’ultima sconfitta casalinga nel derby con il Milan, il prossimo impegno che attende la squadra dopo la sosta.

Il Venezia sta lottando per non retrocedere, e anche per poter giocare la partita. I numeri diffusi negli ultimi giorni sono sicuramente allarmanti, dato che sarebbero una quindicina i componenti del gruppo squadra positivi al Covid. Tuttavia, al netto degli ulteriori tamponi che verranno effettuati, pare che il numero di giocatori che hanno contratto il virus siano comunque al di sotto della soglia fissata dalla Lega a nove, in modo tale da poter disputare comunque il match. Certo, una sfida già proibitiva di suo per il Venezia rischia di diventare ancora più insostenibile per le tante assenze, ma la situazione rimane in divenire. È proprio dallo 0-2 subito dall’Inter in laguna che i veneti hanno smesso di vincere: cinque sconfitte e tre pari nelle ultime otto, nessun’altra squadra di Serie A ha fatto peggio nel periodo. L’unica gioia è stato il 3-1 sulla Ternana in Coppa Italia, dove però la squadra di Zanetti è uscita dieci giorni fa per mano dell’Atalanta, mentre in campionato un gol di Okereke nel finale ha fissato sull’1-1 il match con l’Empoli, giocatosi al Penzo una settimana fa. Gli uomini di Paolo Zanetti hanno diciotto punti in classifica, quartultimo posto, solo due in più rispetto al Cagliari, ma con una partita in meno. Gli arancioneroverdi hanno fatto meglio solo della Salernitana in quanto a gol fatti in Serie A, appena diciannove, mentre sono i peggiori per reti realizzate in trasferta, solo sei. L’ultima vittoria in casa Inter risale al 1943, per il resto due pari e nove successi nerazzurri.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Handicap Inter -21.85Vince Inter + No Goal1.67Risultato esatto: 3-06.50

La partita nel dettaglio

Passando alle formazioni, classico 3-5-2 per Inzaghi. Il tecnico piacentino torna a schierare i titolari dopo il turnover di Coppa Italia, perdendo Correa per infortunio per almeno un mese. In porta quindi Handanovic, protetto dal trio difensivo Skriniar-De Vrij-Bastoni, sugli esterni torna Perisic a sinistra, con Darmian a destra. In mezzo al campo scontata la presenza di Brozovic, Barella e Calhanoglu, in attacco Sanchez potrebbe partire dalla panchina in quest’occasione, con il tandem offensivo composto da Lautaro e Dzeko.

Il Venezia risponde con un 4-3-3. Mancherà il tecnico Zanetti, così come tutti i vari positivi al Covid, di cui al momento sono identificabili con certezza solo Haps, Romero, Johnsen e Mazzocchi. Il secondo Lezzerini quindi a difendere i pali, linea difensiva con Ampadu, Caldara, Ceccaroni e Ullman, quest’ultimo al debutto. A centrocampo più Crnigoj che Busio, coadiuvato da Vacca e Cuisance, in attacco il tridente titolare è Aramu-Henry-Okereke, con lo spauracchio Nani dalla panchina.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...