Con il successo sulla Polonia l’Italia è balzata in testa al Gruppo 1 di Nations League e vincendo anche in Bosnia nell’ultima giornata guadagnerebbe l’accesso alle Final Four senza dover attendere il risultato della partita di Chorzow tra i polacchi e l’Olanda.

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Mercoledì 18 novembre 2020

Ora del calcio d’inizio? 20:45

Dove si gioca? Stadion Grbavica (Sarajevo)

Canale TV? Rai 1

Bosnia-Italia: presentazione della partita e pronostico

La partita con la Polonia è l’esatta fotografia della crescita di una nazionale che dal punto più basso di tre anni fa con l’eliminazione dai Mondiali nel playoff con la Svezia è riuscita a tirarsi su passo dopo passo e ora ha acquisito quella fiducia nei propri mezzi necessaria per potersela giocare con chiunque. Contro i polacchi gli azzurri erano senza diversi giocatori importanti e anche senza il condottiero Roberto Mancini, che non ha ancora sconfitto il Covid e che non sarà nemmeno a Sarajevo per poter guidare da vicino la squadra, che ha fatto comunque benissimo anche con il suo vice Alberigo Evani in panchina. Ed è proprio questa la forza dell’Italia, che nella settimana in cui i giocatori arrivano a scaglioni e alcuni sono addirittura a impossibilitati a raggiungere il ritiro, sfodera una delle prestazioni più convincenti degli ultimi due anni, già zeppi di vittorie.

Con la Polonia, senza i vari Bonucci, Romagnoli, Verratti, Chiesa e Immobile, gli azzurri hanno dominato dal primo all’ultimo minuto senza concedere nemmeno un tiro in porta a una squadra in cui milita uno degli attaccanti più pericolosi al mondo, ovvero il fortissimo Robert Lewandowski, che è riuscito solamente a fare il solletico a Donnarumma. Si è trattato di un successo importante per mille motivi, primo fra tutti la conquista della testa del Gruppo 1, proprio a discapito della Polonia, quando mancano solo gli ultimi 90 minuti da giocare. L’ultimo impegno sarà a Sarajevo contro la Bosnia, sconfitta anche dall’Olanda 3-1 e rassegnata definitivamente alla retrocessione nella seconda divisione della Nations League. Un avversario che comunque, al netto delle motivazioni, non va comunque sottovalutato e che all’andata era già riuscita a fermare l’Italia sull’1-1. Un anno fa, sempre nella capitale, gli azzurri si erano imposti con un rotondo 3-0 in Bosnia nel cammino perfetto che li ha portati agli Europei, fatto di sole vittorie.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

La partita nel dettaglio

La Bosnia non ha più niente da chiedere a un girone in cui ha deluso le aspettative. Neanche una vittorie e solo 2 punti racimolati nelle prime 5 partite, alla nazionale allenata da Dusan Bajevic, che deve fare a meno del suo uomo più rappresentativo, Edin Dzeko, anche lui positivo al Covid proprio prima della sosta del campionato e costretto a non rispondere alla chiamata. Al suo posto dovrebbe giocare al centro dell’attacco Prevljak, autore del gol della bandiera nella trasferta in Olanda dopo essere subentrato a Hodzic. Ai suoi lati dovrebbero essere confermati Visca e Gojak, con Pjanic a guidare il centrocampo che comprende anche il milanista Krunic oltre a Cimirot. In difesa, a protezione della porta difesa da Sehic, agiranno Todorovic, Hadzikadunic, Sanicanin e Kolasinac.

Nell’Italia dovrebbe essere concessa fiducia in toto alla formazione che ha vinto e convinto contro la Polonia. L’unico che rischia il posto in verità è Bernardeschi, tallonato da Berardi che da quando ha preso il suo posto ha avuto fin da subito un impatto forte sulla partita realizzando il gol che l’ha definitivamente chiusa, proprio nel “suo” stadio. L’esterno del Sassuolo si candida così per completare il tridente con Belotti, molto apprezzato per il suo sacrificio, e Insigne, anche lui molto positivo, così come lo è stato a centrocampo Locatelli, promosso a pieni voti e pronto a replicare anche a Sarajevo nel trio con Barella e Jorginho. In difesa Romagnoli, assente forzato con la Polonia, tenta il recupero in extremis. Non dovesse farcela toccherà ancora a Bastoni, “tolto” all’Under 21 per emergenza e subito dimostratosi all’altezza, affiancare Acerbi al centro, con Florenzi ed Emerson Palmieri che restano favoriti su Di Lorenzo e Calabria come terzini. Tra i pali c’è ovviamente Gigio Donnarumma.

GUARDA IL PRONOSTICO DI SPAGNA-GERMANIA

Author Image

Prossimo articolo

Loading...