Nella diciannovesima e ultima giornata d’andata del campionato spagnolo, i pirati del Maiorca ospitano il Barça di Xavi. I rossoneri navigano in zona salvezza e hanno ottenuto ottimi risultati in casa quest’anno, con l’obiettivo di stoppare un Barcellona messo sempre più in difficoltà dalle positività che hanno colpito i loro giocatori.

Vince Maiorca3.30Pareggio3.00Vince Barcellona2.20

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Domenica 2 gennaio 2022

Ora del calcio d’inizio? 21:00

Dove si gioca? Visit Mallorca Estadi (Palma di Maiorca)

Canale TV? Dazn

Maiorca-Barcellona: presentazione della partita e pronostico

Il Maiorca sta per chiudere il giro di boa del campionato con un buon margine sulla zona salvezza. Per la squadra delle Baleari, di nuovo in Liga dopo un anno in Segunda a seguito della retrocessione del 19/20, il più cinque sull’Alavés terzultimo in classifica è decisamente un buon risultato. Pur avendo perso malamente 4-1 con il Granada nell’ultimo turno prima della sosta, il Maiorca rimane ancorato ai suoi venti punti in classifica, frutto di quattro vittorie, otto pareggi e sei sconfitte. Sono proprio i risultati di parità il carattere distintivo dei padroni di casa, che davanti ai propri tifosi hanno impattato 1-1 col Siviglia, 2-2 con l’Elche e 0-0 con Getafe e Celta Vigo negli ultimi quattro appuntamenti. Difatti, contando solo la Liga, il Maiorca ha vinto solo una partita delle ultime dieci disputate, anche se è un successo decisamente pesante: il 4 dicembre in casa dell’Atletico Madrid i maiorchini sono stati in grado di ribaltare la partita da 0-1 a 1-2 grazie a due gol negli ultimi dieci minuti. In casa la squadra di Luis Garcìa ha perso solo una partita dall’inizio del campionato oggi, segno che non sarà facile per il Barça passare domenica sera. I blaugrana si attaccano ai precedenti, che li hanno visti dominare in lungo e in largo: zero vittorie per il Maiorca nel decennio passato, sette sconfitte di fila e quattro gol subiti in media a partita.

Il Barcellona sta vivendo uno degli anni più complicati della sua storia. Il cambio in corsa tra Koeman e Xavi ha migliorato il gioco degli ospiti, che però fanno sempre fatica a fare risultato. Basti pensare che da inizio dicembre a oggi il Barça ha vinto solamente con l’Elche, rimanendo a secco in tutte le restanti partite. Una delle prime di quel ciclo fu l’inappellabile 0-3 con cui il Bayern Monaco certificò la prima eliminazione dei blaugrana alla fase a gironi della Champions da vent’anni a questa parte. Nell’ultimo turno prima della sosta è arrivato un 1-1 in casa del Siviglia, che ha resistito in dieci per tutta la mezz’ora finale, per una classifica che vede ora gli ospiti a quota ventotto punti, appena settimi, anche se il quarto posto del Rayo Vallecano, il primo utile per partecipare l’anno prossimo alla Champions League, dista solo due lunghezze. Un dato davvero sconfortante che riguarda i catalani sono le sole due vittorie ottenute in trasferta in tutte le competizioni, sostanzialmente nelle undici partite disputate dall’inizio della stagione a oggi le uniche gioie lontano dal Camp Nou sono state quella con la Dinamo Kiev in Europa, inutile con il senno di poi, e il buon 1-3 guadagnato nei minuti finali sul difficile campo del Villarreal. C’è infine da considerare il fattore Covid, che costringerà al forfeit diverse pedine fondamentali del Barça.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Doppia chance Maiorca o Pareggio1.55Under 2.51.65Risultato esatto: 1-16.50

La partita nel dettaglio

Passando alle formazioni, 4-2-3-1 per il Maiorca di Luis Garcìa. Il tecnico schiera il capitano Manolo Reina in porta, al centro della difesa lo slovacco Valjent e l’argentino Franco Russo, sugli esterni Pablo Maffeo e Brian Olivàn, nativo proprio di Barcellona. A far legna in mezzo al campo il ghanese Baba, ultima prima della Coppa D’Africa, e il 37enne Salva Sevilla, sulla trequarti troviamo il numero dieci Antonio Sanchez. Sulle fasce la velocità di Dani Rodriguez e del coreano Lee Kang-in, unica punta il classe 2000 Fernando Niño.

Risponde il Barcellona con il suo classico 4-3-3. Prima di iniziare è d’uopo ricordare gli assenti: Dest, Coutinho, Jordi Alba, Dembelé, Gavi e Dani Alves sono positivi al Covid, Fati, Pedri, Depay, Braithwaite e Sergi Roberto sono infortunati, Busquets è squalificato. Xavi deve quindi inventarsi una formazione che dovrebbe prevedere Ter Stegen tra i pali, a seguire una linea a quattro composta da Araujo, Piqué, Eric Garcìa e Lenglet. A centrocampo i giovanissimi Nico e Riqui Puig insieme all’olandese Frenkie De Jong, in attacco altri due canterani, Ilias e Jutglà, insieme al centravanti Luuk De Jong.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...